Finestre a Firenze: come riconoscere una buona finestra in PVC

Le opere di riqualificazione di edifici vecchi e la costruzione di nuove abitazioni ripongono un’attenzione particolare allo studio delle finestre, optando per gli infissi e i serramenti in PVC, a Firenze come altrove.

La forma e i materiali delle finestre, a Firenze così come in altre città, devono riuscire ad assicurare elevati standard di sicurezza, durata ed efficienza energetica.

Infissi e serramenti in PVC

Le finestre in PVC che si vedono a Firenze e altre città dimostrano nei loro infissi e nei loro serramenti il riconoscimento delle caratteristiche e dei vantaggi del polivinile di cloruro.

Il PVC o polivinile di cloruro rappresenta la materia plastica più utilizzata al mondo in diverse applicazioni, prima tra tutte nell’edilizia.

Il polimero termoplastico viene riscaldato a 200 gradi per dare vita al processo di estrusione industriale che deforma il materiale e porta alla produzione di elementi con prestazioni isolanti ed estetica d’impatto.

Il mondo dell’edilizia sfrutta le proprietà isolanti, la resistenza, la stabilità e la versatilità del PVC per realizzare porte e serramenti con un’elevata prestazione a costi abbordabili.

Le finestre che riportano infissi e serramenti in PVC si rivelano resistenti agli agenti atmosferici e all’azione corrosiva della salsedine, isolati a livello termico e acustico, impermeabili ad acqua e vento, ignifughe in quanto realizzate con materiale auto-estinguente, leggere, maneggevoli e bisognose di poca manutenzione.

Gli addetti ai lavori consigliano le finestre in PVC per via delle caratteristiche e dei vantaggi del materiale mentre i proprietari di casa continuano a scegliere le finestre in PVC , a Firenze e altrove, per via dei prezzi accessibili e dell’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Come riconoscere una buona finestra?

Non tutte le finestre e le portefinestre realizzate in PVC possono vantare le stesse caratteristiche eccellenti e gli stessi vantaggi.

L’analisi delle principali caratteristiche di una finestra può essere sufficiente per riconoscere un infisso o un serramento in PVC di qualità.

Profilo ecocompatibile

Il cloruro di polivinile è un materiale termoplastico prodotto da materie prime naturali: 57% di cloro e 43% da carbonio e idrogeno miscelato con altre sostanze che assegnano particolari caratteristiche.

Si tratta di una materia plastica riciclabile in fase di smaltimento, priva di sostanze nocive per l’uomo e l’ambiente (piombo, ftalati e plastificanti) e additivata con stabilizzanti calcio o zinco ad alta eco-compatibilità.

Camere del profilo

Le aziende produttrici possono creare alcune cavità all’interno dei profili degli infissi in PVC in modo da migliorare l’isolamento termico e acustico della struttura.

Generalmente le prestazioni dei serramenti dipendono dal numero di camere d’aria: maggiore sarà il numero e migliori saranno le prestazioni.

Vetri

La qualità di una finestra passa dal tipo di vetro montato, meglio se si tratta di un vetro in grado di isolare termicamente ed acusticamente l’ambiente e di filtrare i raggi solari.

Un vetro di buona fattura influisce positivamente sui costi legati al riscaldamento e al raffreddamento dell’appartamento e sui costi in bolletta.

Ferramenta

La ferramenta installata si rivela importantissima per l’azionamento della maniglia e la movimentazione dell’intera struttura, anche se di grandi dimensioni.

Rinforzi interni

I rinforzi in acciaio interni ai serramenti in PVC aumentano la resistenza del serramento agli sbalzi termici, alle intemperie e allo scorrere inesorabile del tempo.

Accessori

Gli accessori installati possono definire la qualità di una finestra: meccanismo di apertura a ribalta, sistema di micro-aerazione, guarnizioni e altro.

Finestre a Firenze: come riconoscere una buona finestra in PVC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *